Romanzi di Spionaggio

I 10 Migliori Libri di Spy Story

Le origini della narrativa di spionaggio risalgono agli inizi del 900 con opere come Kim di Rudyard Kipling (1901) e La Primula Rossa di Emma Orczy. La nascita delle spy story coincide con la creazione dei primi servizi segreti nel periodo antecedente la la Prima guerra mondiale, che fornisce spunti per romanzi come: The Riddle of the Sands di Robert Erskine Childers (1903).

L’autore più famoso e venduto del genere è William Le Queux seguito da E. Phillips Oppenheim. Meritano una citazione anche le opere di John Buchan, un abile propagandista; i suoi libri erano ritratti ben scritti della guerra come se fosse un conflitto tra civilizzazione e barbarie. Le sue opere più famose sono i romanzi di Richard Hannay, Mantello verde e I trentanove scalini.

Nel periodo della seconda guerra mondiale per la prima volta apparirono romanzi scritti da ufficiali dei servizi segreti in pensione, come William Somerset Maugham, con Ashenden.

Grande popolarità riscosse nel 1939 (negli U.S.A. nel 1941), Al di sopra di ogni sospetto di Helen MacInnes che oltre a riscuotere un grande successo tra il pubblico, ebbe grossi consensi tra i critici che apprezzarono lo stile delle sue storie stimolanti, colte, ricche di suspense e dalla trama intricata. Al di sopra di ogni sospetto divenne anche un film molto popolare.

 I 10 migliori libri di Spy story scelti da noi.

L'agente segreto (Conrad)

Basato su una storia vera, un fallito attentato anarchico in Greenwich Park, l'agente segreto di Conrad è il primo romanzo che tratta al suo interno temi quali il terrorismo e lo spionaggio. Per questo pur essendo ritenuto un romanzo giallo contiene in sé elementi che hanno contribuito alla nascita del sottogenere spy story. Il protagonista del romanzo il signor Verloc, gestisce un negozio a Londra, apparentemente sembra una persona come tante in realtà conduce una doppia vita è infatti un agente segreto incaricato di sorvegliare gli anarchici che si incontrano proprio nel suo negozio. Incaricato dal Paese per cui lavora di commettere un attentato per far salire la tensione contro gli anarchici, Verloc causa la morte accidentale del cognato, preso dal rimorso confessa tutto alla moglie che lo uccide essendo molto legata al fratello (ritardato mentale). La moglie Winnie cercherà poi di scappare con il compagno Ossipon, suo amore segreto ma non riuscirà a compiere il suo piano che terminerà in tragedia.

Nel servizio segreto di Stalin , di WG Krivitsky ( 1939)

Scritto dall’agente segreto russo Walter Krivitsky contiene informazioni, e rivelazioni importanti sulle strategie di Stalin, una vera e propria confessione sulle trame oscure e le purghe operate dal leader russo. Nel libro si parla della morte del collega dell'autore, Ignace Reiss vittima di strane macchinazioni, lo stesso Krivitsky in seguito  fu  trovato morto in una stanza d'albergo a Washington nel 1941 ,la versione  ufficiale parlò di suicidio, ma i dubbi su una vendetta di Stakin restano.

Licenza di uccidere di Ian Fleming

Rappresenta il sesto libro della fortunata serie di James Bond, agente 007. Ambientato in Giamaica, la trama vede l’agente segreto viene inviato da M ad indagare su diverse morti sospette avvenute nella misteriosa isola di Crab Key, riserva naturale degli uccelli Spatola Rosata, acquistata di recente da un certo Dottor No. M prima del viaggio da in dotazione a Bond delle nuove armi per questa missione una Smith & Wesson 38 e una Walther PPK. Sul posto a riceverlo troverà Quarrel, una sua vecchia conoscenza e decideranno insieme di recarsi a Crab Key. L’isola è molto temuta dagli abitanti perché si narra che vi dimori un drago sputa fuoco, qui Bond e Quarrel faranno conoscenza della splendida Honey Rider che scorgono uscire nuda dall'acqua in cerca di preziose conchiglie. Honey si aggrega a Bond e Quarrel e trascorrono la notte in fuga dagli scagnozzi del Dottor No. Una notte successiva i tre vedono arrivare il drago, ma Bond riconosce subito nel drago un'auto truccata. Quarrel viene ucciso dalle fiamme sputate dalla macchina, mentre Bond e Honey vengono portati nella fortezza del Dottor No e sistemati in alcune camere. Finalmente fanno conoscenza con il loro nemico e il suo piano: il Dottor No è un cinese, ferito con una pallottola nel petto da gangster connazionali, che gli hanno poi tagliato le mani per punirlo di aver rubato loro un tesoro. Il Dottor No è riuscito a sopravvivere, avendo il cuore a sinistra, e si è ritirato a Crab Key. A questo punto l’agente 007 dovrà superare una serie difficili prove per sopravvivere al Dottor No (un pavimento ustionante, poi gelido una moltitudine di ragni, poi un calamaro enorme) e ricongiungersi con l’affascinante Honey.

Ritratto di una spia un libro di Daniel Silva

Una serie di attentati scuote il cuore dell’Europa. Prima Parigi dove la deflagrazione sugli Champs-Elysées è così forte da far tremare la piramide del Louvre; poi è la volta di Copenhagen dove, alle 12:03, un secondo kamikaze, educato in scuole danesi e sposato con una donna danese, si fa saltare in aria in mezzo a un gruppo di bambini. Infine Londra dove alle 14:37 nell'elegante quartiere di Covent Garden l’attentatore Farid Khan, si fa esplodere provocando la morte di diciotto persone. Khan nato nella capitale inglese era figlio di immigrati che da  Lahore verso la fine degli anni Settanta, si erano trasferiti nel Regno Unito. L'Europa sembra vacillare sotto i colpi di un nemico subdolo e invisibile, educato e cresciuto per giunta nel cuore delle sue antiche città. Incaricato delle indagini è Gabriel Allon, il celebre agente dei servizi israeliani giunto a Londra per esaminare, sotto la sua copertura di esperto restauratore d'arte, una preziosa tavola antica.

Manning Coles Un brindisi con l'assassino,

 Un ricco uomo di affari, senza scrupoli né amici, viene trovato morto, con la testa sfondata da una bottiglia di champagne. Erano in molti a odiarlo: il figlio, da poco diseredato e cacciato via; Kitty, giovane e carina, da lui molestata; Ruth Hamilton, la segretaria e amante, gelosissima di Kitty. Ma le tracce non lasciano dubbi: Kitty viene arrestata per omicidio. Per Dominic, il figlio dell'ispettore George Felse, perdutamente innamorato della giovane , comincia una lotta contro il tempo e contro suo padre per dimostrare l'innocenza dell'amata e far venire a galla la verità.

La spia che venne dal freddo di John le Carré

 Il romanzo più famoso di John le Carré, da cui è stato tratto il celebre film con Richard Burton. Il personaggio principale è l’agente infiltrato Alec Leamas, al servizio della corona inglese ed incaricato di stroncare la carriera di  Mundt, agente della Repubblica Democratica Tedesca. Nel tipico stile di le Carré la trama è quantomai intricata e si costruisce attorno ad una fitta rete di inganni attorno alla quale ruotano i personaggi e gli intrighi della guerra fredda. Tutti i personaggi sembrano il contrario di quello che sono in realtà ma alla fine Leamas scoprirà di essere al centro di un progetto più grande, in cui lui e la donna che ama saranno delle semplici pedine.

Anthony Blunt : Le Vite , da Miranda Carter ( 2001)

Un lavoro complesso per far emergere la persona dietro la maschera di Anthony Blunt: studioso , esteta , spia sovietica . L’autrice in questa opera riesce ad esplorare le caratteristiche e gli elementi che tormentano l’uomo che svolge il lavoro di spia. L’auto-assorbimento, il tradimento ad alta quota, la sfida , l’inganno. Tutto questo fa di Le Vite una vera e propria biografia dell’agente segreto Anthony Blunt. I suoi eccessi e le avventure erotiche e sessuali alle quali si abbandona contribuiscono a scongelare il suo personaggio glaciale e la sua natura traditrice.

Il secondo mestiere più antico , da Phillip Knightley ( 1986)

Questo libro fornisce sicuramente una panoramica abbastanza ampia su questa “professione" concentrandosi su paesi centrali come Gran Bretagna, Francia , Germania, Russia e Stati Uniti. Knightley le condanna per la loro assoluta incoerenza sottolineando come in un gioco perverso ci sia una dipendenza reciproca dei servizi segreti rivali. Inoltre l’autore pone l’accento sulle illegalità perpetrate dalle agenzie in nome della sicurezza nazionale. Nel complesso l’opera offre una aggiornata e completa storia di spionaggio del 20 ° secolo .

Una spia perfetta , di John le Carré (1986)

 Questo romanzo rivela alcune verità profonde sulle storie di spionaggio e tradimento. Il libro è impostato nella scrittura come una descrizione sostanzialmente un atto di auto – psicoterapia. La storia parte infatti dall'infanzia dell’eroe protagonista del romanzo Magnus Pym , si assiste alla formazione di un agente futuro e lealtà del ragazzo è combattuta tra un padre appariscente e una madre vittima. Lo studio delle abilità del padre truffatore fanno si che Magnus Pym diventi l' apparentemente perfetta , eppure tragicamente imperfetta – spia. In sostanza le Carré fa riflettere con un lavoro di psicologia penetrante in cui l'anima del protagonista è il territorio contestato.

.

La spada e lo scudo , da Christopher Andrew e Vasili Mitrokhin (1999)

 Nel 1992, un archivista russo di nome Vasili Mitrokhin è entrato l'ambasciata britannica a Riga, in Lettonia . Gli americani avevano già rifiutato ciò che aveva offerto. Gli inglesi erano più interessati. Reinsediatosi in Inghilterra , Mitrokhin ha dato all'Occidente i documenti riguardanti gli anni spesi contrabbando i segreti del KGB , sede estera di Intelligence dell'agenzia di Mosca. In un pericoloso, faticoso processo, Mitrokhin ha copiato a mano migliaia di file classificati che coprono il periodo che va dalla Rivoluzione bolscevica al 1980. In questo archivio sono descritti la cronaca della disinformazione sovietica e le sue campagne diffamatorie , così come la penetrazione russa nell’intelligence occidentali. In " La spada e lo scudo ", scritto con l’esperto di Intelligence Christopher Andrew , Mitrokhin dimostra come Terrore di Stalin abbia favorito " la sopravvivenza del più moralmente inadatto. " Il libro è di notevole importanza nel campo di applicazione delle sue rivelazioni, ma motivazioni e metodi di Mitrokhin sono state messe in discussione , il dubbio era se l'impresa fosse una manovra di intelligenza ideata per celebrare trionfi dell'era sovietica , o un tentativo di gettare fango su quelle che le agenzie occidentale credevano di sapere. Tuttavia, l'offerta del libro appare più credibili rispetto ad alcune delle rivelazioni russe pubblicati dal i "segreti degli archivi del KGB " genere iniziato nei primi anni 1990 , un periodo durante il quale la generosità russa sulla rivelazioni dei propri servizi segreti appariva quanto mai sospetta.